Title: Grandi nomi e sorprese per la stagione teatrale di Arezzo

La stagione teatrale di Arezzo anche quest’anno si arricchirà di noni eccellenti che fino al 31 marzo 2015 ne saranno protagonisti grazie alla Fondazione Toscana Spettacolo, al Teatro Franco Parenti patrocinati dall’ assessorato alla cultura del Comune di Arezzo.

Tra questi segnaliamo Michele Placido che sabato 20 dicembre curerà anche la regia dell’opera shakespeariana “ Re Lear” e Gioele Dix che chiuderà la stagione con “ Il malato immaginario” di Molière proprio il 31 marzo 2015.

Ma gli aretini hanno un altro motivo di cui poter essere orgogliosi: oltre al livello culturale e agli attori di calibro che calcheranno le scene di questa stagione di prosa così attesa, ci sarà anche una sorpresa inaspettata da molti ma apprezzata da tutti…  la stagione inizierà infatti al Teatro Mecenate ormai culla di numerosi eventi, ma si concluderà al vecchio Teatro Petrarca così caro a tutta la popolazione.

Il restauro attualmente in corso di questa sede ricca di fascino e di atmosfera infatti consentirà ad alcune opere in scaletta di poter essere svolte proprio all’interno dello storico teatro che poi ospiterà anche concerti ed opere all’aperto.

Il Teatro Petrarca tornerà a far rivivere grandi emozioni come era successo in passato aggiungendo alla nostra città una perla a cui tristemente abbiamo per un po’ di tempo dovuto rinunciare.

Il calendario completo delle prossime opere è il seguente:

20 dicembre,”Re Lear” Michele Placido;

24 gennaio, “Doppio fronte. Oratorio per la grande guerra”, di e con Lucilla Galeazzi e Moni Ovadia;.

13 febbraio, “Le ho mai raccontato del vento del nord”, di Daniel Glattauer, con Chiara Caselli e Paolo Valerio;.

7 marzo, “Non si sa come”, di Luigi Pirandello, regia di Federico Tiezzi;

12 marzo, “Sulla felicità”, su una idea di Rossi Giorgio;

31 marzo, “Il malato immaginario” di Molière, con Gioele Dix

Maggiori informazioni sul sito del Teatro Mecenate.

Gallery

We cannot display this gallery